Arrivederci

MACRO - Roma - 2017

TG3 Lazio

Daniela Perego – Arrivederci A cura di Micol Di Veroli
3 febbraio – 26 marzo 2016

La mostra Arrivederci presenta i lavori più recenti della produzione artistica di Daniela Perego. Attiva fin dagli inizi degli anni Novanta sul panorama dell’arte nazionale ed internazionale, Daniela Perego ha esplorato gli aspetti più intimi del pensiero e dell’affettività in relazione al corpo e alle manifestazioni del reale, facendo propri i diversi linguaggi espressivi, come la fotografia e il video.

Per l’occasione la Project Room #1 del museo custodisce e si fa portavoce del saluto espresso dall’artista come risposta consapevole a vissuti ed esperienze personali. Nei lavori presenti in mostra emerge con forza il tema ricorrente della memoria, all’interno di storie personali legate ad un confronto aperto con la separazione che, per sua stessa natura, implica l’assenza dell’uno di fronte alla persistenza dell’esistere dell’altro.

Simbolo comune nelle opere in mostra è la margherita, elemento floreale che invade lo spazio e se ne impossessa creando un monumento che l’artista compone fino a renderne un “omaggio alla vita”. Nella pratica artistica di Daniela Perego le opere dialogano l’una con l’altra nel tempo e nello spazio in cui sono immerse, creando un ambiente che mescola e porta con sé spazio reale e mentale. Il ripetersi delle margherite manifesta il continuo riproporsi dell’istante, finché ogni elemento floreale ritratto raggiunge il senso dell’eternità. In questo modo ogni alienazione, commiato ed abbandono diviene un processo che si rovescia in una riappropriazione del proprio sé e di ciò che è stato.

La ricerca di Daniela Perego interroga il pubblico, coinvolgendo il vissuto personale e cercando al tempo stesso di attivare un campo emotivo condiviso. Le opere installate in un unico ambiente sono manifestazioni di momenti cristallizzati nella memoria che formano il tempo della coscienza, misurabile solo attraverso le emozioni sprigionate dall’interiorità del fruitore, in un tentativo di rendere il tempo reversibile.

La mostra è in collaborazione con il Castello di Rivara – Centro d’Arte Contemporanea ed è promossa da Roma Capitale, Assessorato alla Crescita culturale – Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali. Il catalogo edito da Palombi Editori è stato realizzato grazie al contributo di Hidalgo Arte, Associazione Culturale per la promozione delle Arti Visive.

The exhibition Arrivederci presents the latest works of by Daniela Perego. The Artist, Active since the beginning of the nineties on the national and international scene, has explored the most intimate aspects of thought and affectivity in relation to the body and to real events, appropriating the different forms of expression, such as photography and video.

On this occasion the Project Room #1 of the museum amplifies the greeting expressed by the artist as a conscious response to feelings and personal experiences. The recurring themes are related to personal stories, memory and to an open confrontation with separation and absence.

The daisy is a common symbol in the works on display, a floral element that fills the space to create a monument, a “tribute to the life”. In the artistic practice of Daniela Perego every work dialogues with time and space, creating an environment that mixes real and mental space. Repeated daisies highlight the continuous repetition of the instant, until every floral element achieves a sense of timelessness. In this way, any alienation, parting and abandonment becomes a process that is reversed in a re-appropriation of one’s self and of the memory.

The artistic research of Daniela Perego focuses on audience, encompassing the personal experience and trying at the same time to activate a shared emotional field. The works installed in a single environment are manifestations of moments crystallized in memory that form a time of consciousness, reckonable only through the emotions unleashed by interiority of the viewer.

The exhibition is in collaboration with the Castello di Rivara – Contemporary Art Centre and is promoted by Roma Capitale, Assessorato alla Crescita culturale – Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali. The catalogue published by Palombi Editori has been realized thanks to the contribution of Hidalgo Art, Cultural Association for the Promotion of Visual Arts.